Translate

domenica 15 gennaio 2017

La parola fine

Cosa succede dopo la fine dell'anno?
C'è un inizio.
Un primo giorno (che si confonde con il giorno prima...).
Poi?  
Aspettiamo.
Aspettiamo  la realizzazione dei desideri che abbiamo espresso.
Aspettiamo soluzioni, fortuna, soldi, persone, amore, compleanni, arrivi, pioggia, sole, vento, gioia, primavera, estate, autunno, inverno, vacanze, giorni migliori, aspettiamo anche treni e bus.
Siamo sempre noi, quelli dello scorso anno, una scadenza non può cambiare la vita.
L'anno nuovo si porta dietro uno strascico del vecchio, una lunga coda fatta di eventi, partenze, esperienze, emozioni, arte, città, libri, film, canzoni, persone, consapevolezze.
Ogni anno è così, non lasciamo alle spalle tutto, non svuotiamo il cestino, qualcosa entra nel nostro cuore, in testa e nello stomaco e continua a vivere negli anni successivi.
Buoni propositi ne abbiamo, l'ambizione di essere diversi, migliori, più forti, invincibili, più tolleranti, più generosi, più umani, meno egoisti, ma non sempre ne siamo all'altezza.
Cosa succede dopo la fine dell'anno? Lo scopriremo solo vivendo.
Buon tutto a tutti.
   
***Fine =
 1. punto o momento in cui una cosa cessa di essere, non è più; la fase immediatamente precedente, l’ultima fase, la parte terminale: la fine del romanzo, della strada, del mondo; dal principio alla fine; a fine mese, a fine anno, per indicare dei termini di scadenza; condurre a fine qualcosa, portarla a compimento, completarla, realizzarla del tutto; porre fine a qualcosa, farla cessare.











sabato 31 dicembre 2016

Il tempo se ne va

Il tempo se ne va.
Natale è passato silenzioso e non di meno anche i giorni successivi.
Auguri, regali, cibo, famiglia.
La consapevolezza che ormai il tuo è un Natale da vecchi, tu sei diventata tua madre, tua nonna, quella che spera di avere a Natale la famiglia al completo.
Ma sei serena uguale, è importante la felicità degli altri oltre che la propria, e sai che tuo figlio è felice anche se è lontanissimo da casa.
Passi il tempo come gli altri giorni, solo che hai tra le mani un pezzo di panettone, o torta o torrone.
Il freddo si fa sentire, e l'abbigliamento scelto è stile Babbo Natale.
Lo spirito natalizio vagabonda in casa e dentro me, con l'arrivo dei Re Magi so che sparirà.
Ciao 2016, grazie di avermi tenuta con te. Serena









giovedì 22 dicembre 2016

Dicembre è un mese corto

Dicembre è un mese corto.
Le giornate passano in fretta e dopo l'8 ogni giorno è quasi Natale.
L'atmosfera natalizia veste questo mese in stile country e sembra di essere in montagna anche se siamo in città, solo aghi di pino e silenzio e funghi...(ops questa è una delle mie canzoni preferite che parla del Natale)
Beviamo e mangiamo, siamo tutti spumeggianti e amabili.
Poi ci sono i sentimenti, l'amore prospera e lo scambio di doni non è un baratto ma un atto d'amore.
Sì, dicembre va come un treno, sarà per questo che il 31 si fanno i trenini?!

Dicembre in venti giorni: 


Musica:" Joy to the world", poi la canzone di Eva Pevarello "Voglio andare fino in fondo" presentata ad Xfactor10, e Lost on you di Hattie Ahmet 
 Serie Tv: Downton Abbey, Non fidarti della s..... dell'interno 23, Doctor Foster.
Film: Benvenuto a Marly-Gomont, Today's special, Colazione da Tiffany, A wish for Christmas.
Cibo: rocciata (torta con mele e altre dolcezze), panettone al cioccolato dell'altro Forno (troppo buono), baci perugina, crescionda, cioccolata calda a tazze, tè di Natale.
Mobili: il mobile più usato il divano (+ una coperta)
Piante: bulbi di giacinto
Abiti: cappelli e ugg
La cura: zenzero e camomilla
Shopping: un nuovo addobbo per l'albero di Natale come ogni anno, candele Yankee candle, bagnoschiuma Osmanthus L'Erbolario, agenda della Luna 2017, maglia con cigno,
cappello occhi brillanti, album per acquerello, piattino Thun per dolci, biglietti d'auguri, cioccolata fondente.


ps. ho ancora un po' di giorni 2016 e voglio finire in bellezza, maschere viso, piastra ai capelli e correttore per coprire le occhiaie!

 


venerdì 9 dicembre 2016

Dicembre


 Dicembre è arrivato da più di una settimana e l'aria fredda che arrossa nasi e guance ne è la spia.
Ieri otto dicembre come da rituale ho agghindato casa di rosso e di luci di Natale.
Ho inaugurato la maratona film natalizi, film visti e rivisti da me negli anni scorsi, ma mai in questo 2016!
Sono pronta per la caccia al regalo giusto, poi alle liste, ai biglietti da scrivere e spedire, auguri da inoltrare.
Il carrello della spesa è pieno di calorie ingombranti, le verdure con il cavolo che prendono il posto di torroni o del pandoro.
Tutto è frizzante e bollente, bollicine e tortellini.


In questo brodo di dicembre il profumo è quello di candele alla cannella, vaniglia, ambra, e si avverte nell'aria.
Tanta luce fuori casa, per le strade scendono dal cielo lucciole che intonano canti natalizi.
Cine-panettoni al cinema, presepi nelle chiese.

La mia prima settimana dicembrina è andata così: 1) Ho visto le Gilmore Girls, quattro nuove puntate della serie tv che ho seguito per anni  durante la cena, dopo anni sono tornate, una mamma e una figlia con gelato e caffè da consumare in ogni momento; 2) ho scoperto Netflix  streaming in abbonamento, serie tv ed intrattenimento, film e documentari ; 3) visto Good Witch, un amore di strega, serie tv che mi ha conquistato anche se è un po' melensa, la protagonista ha sempre parole buone per tutti e adora i tè come me!
4) Ho iniziato un libro che adoro, "Al giardino ancora non l'ho detto" di Pia Pera.
5) Visto il primo film di Natale di questo 2016, Holiday in Hundcuffs, una commedia carina ma niente di travolgente, la protagonista indossa un pigiama identico al mio e per questo merita tre stelle! 
Ci vediamo la prossima settimana, magari avrò da raccontare cose più interessanti.

P.s. dormo poco vedo film



lunedì 28 novembre 2016

Un mondo d'idee

Riuso, lampade

Mi piace dire "un mondo d'idee", perchè dietro la parola mondo (che trovo accogliente!) ci vedo l'insieme di tante persone creative.
La creazione è già un venire al mondo, no?!
Il mondo è il Cielo, e la Terra insieme, e ciò che si racchiude in essi.

(Ma fuori dal mondo che troviamo?! Cose dell'altro mondo?!)
Ci sono molti creativi che riescono ad andare oltre, quelli che vedono in un oggetto più cose...
Ho scelto per voi delle idee regalo ispirate al tema: salviamo il mondo.
Riciclare può aiutare.
Oggetti creati grazie al riuso di altri. (da Pinterest)



 


Specchi 
Bag



Vasetti in vetro

lunedì 21 novembre 2016

Tisana salvia e zenzero

Tisana salvia e zenzero per digerire.

Non digerisco situazioni e persone.
Sensibilità? Intolleranza? Pessimo carattere? Senso di non appartenenza? Reflusso? Gastrite?

1) Sentir parlare male dei profughi che approdano in Italia mi fa male, e in questi giorni non sento altro.

(Navigano con coraggio in un mare di incertezze e sembra siano qui per prendersi le certezze che non abbiamo).
Perchè nessuno si mette nei panni degli altri? Perchè nessuno considera persone tutte le persone? In che mondo viviamo?
Ecco, questo mi fa male.
La pace nel mondo, la globalizzazione, ciò che immaginavo possibile non lo è.

(altre situazioni che non condivido le rivelerò prossimamente se ne avrò la forza emotiva)


Tisana digestiva salvia e zenzero


1 radice di zenzero di piccole dimensioni (più o meno 5 cm)
500 ml di acqua
scorza e succo di 2 limoni
4 foglie di salvia
Ricavate il succo dallo zenzero (potete schiacciarlo con lo schiacciapatate e raccogliete il succo) e mettetelo nella pentola con 500ml di acqua, il succo e la scorza dei due limoni (bio! ) , aggiungete poi le foglie di salvia.
Fate sobbollire il tutto per circa 20 minuti, poi filtrate e servite caldo.
Se proprio volete dolcificarlo aggiungete due o tre cucchiaini di miele .
Una tisana che fa digerire per benino ogni cosa!



 Ricetta di Marco Bianchi, dal libro "Io mi muovo".

mercoledì 9 novembre 2016

Bugia

Bugia.
Falsa affermazione, fatta intenzionalmente per trarre altri in errore, o per nascondere una propria colpa, per esaltare sé stesso, o anche per celia.
Falsità, menzogna, balla, bubbola, fandonia, favola, frottola, invenzione, panzana... (grazie al vocabolario Treccani)
I sondaggi non dicono più la verità perchè le persone dicono bugie, il voto è segreto e tale rimane?
P.s. oggi l'America ha scelto il 45° presidente Usa, Donald Trump.

Ai bugiardi dalla testa ai piedi, dedico due mie foto.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...